Samex: equilibrio, contabilità, moneta e comunità


Dove e quando la moneta mostra tutta la sua “realtà sociale”, la sua energicità? Essa la mostra nella tenuta e nella chiusura dei conti entro uno spazio e un tempo istituiti.

La moneta ha senso solo entro una contabilità sociale e per la istituzione di una contabilità. Solo entro questa delimitazione istituita dello strumento monetario, può apparire davvero qualcosa come la “ricchezza delle nazioni”. Qui Keynes dà insieme una nozione di equilibrio, di contabilità, di moneta, e di comunità: e indica gli effetti del buon funzionamento dei legami fra tutti questi elementi. In una comunità capace di tenere i propri conti, l’equilibrio è tutt’uno con la possibilità che la moneta sparisca. La persistenza di masse monetarie alla fine di un circuito di scambi è un problema, è un segno non di ricchezza, ma di squilibrio, da tutti i punti di vista e da tutti i lati della contabilità. Al di fuori della situazione di equilibrio infatti non ci sono solo dei debitori che devono saldare i loro debiti, ma anche dei creditori che devono impegnarsi per la realizzazione delle condizioni a cui questi debiti posso esser saldati, ovvero devono impegnarsi a non trattenere presso di sé i saldi attivi, e invece a spenderli.

(Amato e Fantacci)

Samex StaffSamex: equilibrio, contabilità, moneta e comunità
Condividi questo post